L’elica podalica

Aggiornato il: mag 11

Il piede è una struttura complessa costituita da 26 ossa, 31 articolazioni, 20 muscoli e 100 legamenti. E’ riconosciuto come un complesso funzionale e strutturale di notevole importanza, con molteplici funzioni molto precise tanto che riesce ad adattarsi a situazioni diverse. Presiede alla stabilizzazione della stazione eretta, propulsione e movimento, adattamento alla marcia e coordinazione della postura, grazie alla sua capacità di ricevere e trasmettere informazioni di tipo propriocettivo e posturale.


Il piede può essere paragonato ad un’elica a “passo variabile”. La pale dell’elica sono rappresentate dal piede astragalico, costituito da astragalo, scafoide, cuneiformi e primi 3 raggi (piede dinamico) e dal piede calcaneare, costituito da calcagno, cuboide ed ultimi due raggi (piede statico). Il rapporto reciproco che il piede astragalico ed il piede calcaneare contraggono fra loro, con la mediazione della articolazione sottoastragalica, condiziona il passo dell’elica e quindi l’altezza della volta plantare.


L’alternanza fra irrigidimento e rilasciamento dell’elica si ritrova nella marcia.

  • Nella fase di appoggio l’elica si svolge, il piede diviene flessibile e si comporta come un “organo si senso”

  • Nella fase di spinta l’elica si avvolge, il piede si irrigidisce e si comporta come un “organo di moto”

L’armonia di questo ciclo è fondamentale per il buon funzionamento delle catene cinematiche dell’arto inferiore.






1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti